13 settembre 2014: la squadra lucana si aggiudica la 24 ore provinciale di birdwatching!

Come tutti gli anni a partire dal 2005, l’associazione EBN promuove il “trofeo Vellani”, una gara di Birdwatching della durata di 24 ore durante le quali l’obiettivo è osservare il più alto numero di specie possibile entro i confini di unaTB0-108determinata provincia.

Il team delle “Averle viste” (Egidio Fulco, Donato Lorubio, Alfredo Vilmer Sabino) non ha mancato l’appuntamento, perlustrando in lungo e in largo la provincia di Matera.

Ecco il resoconto della giornata:

Ore 05.30: ritrovo alla stazione di Ferrandina, con un gruppo di vocianti PASSERE D’ITALIA che aprono le danze. Da quel momento ha avuto inizio la gara;

Ore 06.00: ci spostiamo rapidamente lungo la media val Basento dove, con un po’ di fatica a causa della pioggia, centriamo i principali obiettivi di questo sito: CICOGNA NERA e PASSERA LAGIA. Dopo aver sentito una CIVETTA e individuato una BALLERINA GIALLA, con 27 specie osservate ci dirigiamo verso i boschi di Gallipoli-Cognato.

Ore 07.38: finalmente un PICCHIO ROSSO MEZZANO fa sentire il suo inconfondibile verso di allarme, anche qui la pioggia ha reso molto più silenziosi i passeriformi forestali e fatichiamo non poco per individuare TORDELA, RAMPICHINO e CINCIA BIGIA.

Ore 08.14: lungo le pendici del Monte Croccia troviamo almeno due ZIGOLI MUCIATTI, alcuni PRISPOLONI in migrazione e le prime TOTTAVILLE. Dopo aver beccato un’AVERLA CAPIROSSA scendiamo verso Oliveto lucano con 41 specie avvistate.

Ore 08.52: lungo il T. Salandrella scoviamo un BIANCONE (specie che contatteremo anche più avanti) oltre al primo NIBBIO REALE della giornata.

Ore 09.40: presso Grottole vediamo la prima di una lunga serie di AVERLE PICCOLE e ci spostiamo rapidamente verso il Lago di San Giuliano.

Ore 10.12: il Lago di S. Giuliano non tradisce le aspettative e ci consente di incrementare notevolmente il “bottino” regalandoci diversi avvistamenti interessanti. In pochi minuti, infatti, osserviamo SVASSO MAGGIORE, SPATOLA, AIRONE BIANCO MAGGIORE e FALCO PESCATORE.

Ore 11.07: è il momento di dedicarsi alla murgia materana con 67 specie già archiviate. I RONDONI PALLIDI e il PASSERO SOLITARIO sono puntuali, mentre000-120 un inaspettato FALCO PELLEGRINO fa bella mostra di sé sorvolando la gravina. Oltre alle decine di GRILLAI, sui prati aridi osserviamo molti migratori tra cui STIACCINI, CULBIANCHI, MONACHELLE e PIGLIAMOSCHE, mentre una solitaria GHIANDAIA MARINA sorveglia la murgia dal suo posatoio. Il giro a Matera e dintorni ci frutta anche una CALANDRELLA. Purtroppo manchiamo Calandra e Allodola che solo qualche giorno prima erano presenti in zona…

Ore 14.32: finalmente raggiungiamo la costa jonica con 82 specie già osservate e puntiamo i cannocchiali verso il mare aperto di fronte la Foce del Bradano. Qui osserviamo diverse BERTE MAGGIORI e BERTE MINORI, oltre a due magnifici LABBI. Nel mucchio di GABBIANI REALI ecco la prima vera sorpresa di giornata: 2 ZAFFERANI! Stupendi a poca distanza dalla linea di costa.

Ore 15.30: arriviamo alla foce dell’Agri con 91 specie osservate e qui incrementiamo notevolmente il bottino, con ben 37 specie nuove, tra cui SVASSO PICCOLO, FALCO DI PALUDE, CAVALIERE D’ITALIA, CORRIERE GROSSO, FRATINO, CHIURLO PICCOLO, PIOVANELLO PANCIANERA, PIOVANELLO COMUNE, GABBIANO CORSO, MIGNATTINO e STERNA ZAMPENERE.

Ore 16.26: le condizioni meteo perturbate spingono i migratori verso l’interno, così veniamo sorvolati da migliaia di RONDINI e BALESTRUCCI che migrano a fatica verso sud. Scoviamo così molti TOPINI, almeno due RONDINI ROSSICCE e alcuni RONDONI MAGGIORI…una scena indimenticabile!

Ore 18.02: a Marina di Nova Siri troviamo la NITTICORA che fino a quel momento ci era sfuggita e lasciamo la costa con 129 specie osservate.

Ore 19.42: puntuale come sempre un OCCHIONE fa sentire il suo canto stridulo lungo l’ampio alveo del fiume Agri, non prima di aver sentito un solitario ASSIOLO in canto tra i calanchi di Montalbano.

Ore 22.30: dopo cena, visibilmente provati dalla lunga giornata, decidiamo comunque di tentare qualche rapace notturno. La fortuna ci assiste e nel bosco di Salandra sentiamo piuttosto rapidamente un ALLOCCO in canto!

Chiudiamo con un elenco di 132 specie che ci rende soddisfati ma non completamente appagati, in quanto abbiamo perso per strada molte specie banali. Con qualche piccolo aggiustamento nell’itinerario e un pizzico di fortuna pensiamo che il traguardo delle 140 sia possibile per la provincia di Matera.

La soddisfazione arriva comunque in quanto ci classifichiamo al primo posto della competizione nazionale, con appena una specie di vantaggio sugli amici di Udine, che solitamente risultano imbattibili!

 

 

 

Di seguito la lista completa in ordine di “apparizione”!

A presto,

 

Egidio Fulco, Donato Lorubio, Alfredo Vilmer Sabino

 

1

Passera d’Italia

2

Cornacchia grigia

3

Taccola

4

Civetta

5

Merlo

6

Corriere piccolo

7

Usignolo di fiume

8

Martin pescatore

9

Airone cenerino

10

Occhiocotto

11

Cappellaccia

12

Gazza

13

Ballerina bianca

14

Codibugnolo

15

Cinciarella

16

Ballerina gialla

17

Balestruccio

18

Saltimpalo

19

Cardellino

20

Capinera

21

Cinciallegra

22

Fringuello

23

Zigolo nero

24

Ghiandaia

25

Cicogna nera

26

Passera lagia

27

Piccione domestico

28

Scricciolo

29

Picchio muratore

30

Pettirosso

31

Colombaccio

32

Fiorrancino

33

Rampichino comune

34

Cincia bigia

35

Picchio verde

36

Picchio rosso mezzano

37

Zigolo muciatto

38

Prispolone

39

Tordela

40

Tottavilla

41

Picchio rosso maggiore

42

Usignolo

43

Verzellino

44

Beccamoschino

45

Averla capirossa

46

Verdone

47

Poiana

48

Rondine

49

Biancone

50

Nibbio reale

51

Tortora dal collare

52

Strillozzo

53

Grillaio

54

Averla piccola

55

Alzavola

56

Spatola

57

Svasso maggiore

58

Gabbiano comune

59

Gabbiano reale

60

Airone bianco maggiore

61

Falco pescatore

62

Canapiglia

63

Cormorano

64

Folaga

65

Garzetta

66

Combattente

67

Pantana

68

Rondone pallido

69

Germano reale

70

Passero solitario

71

Falco pellegrino

72

Stiaccino

73

Culbianco

74

Monachella

75

Ghiandaia marina

76

Pigliamosche

77

Gallinella d’acqua

78

Tuffetto

79

Calandrella

80

Passera mattugia

81

Cutrettola

82

Gheppio

83

Gabbiano corallino

84

Beccapesci

85

Berta maggiore

86

Berta minore

87

Zafferano

88

Labbo

89

Falco di palude

90

Piro piro piccolo

91

Sterna zampenere

92

Moretta tabaccata

93

Totano moro

94

Mestolone

95

Marzaiola

96

Airone guardabuoi

97

Svasso piccolo

98

Chiurlo maggiore

99

Pettegola

100

Pivieressa

101

Gambecchio comune

102

Piro piro boschereccio

103

Beccaccino

104

Corriere grosso

105

Piovanello pancianera

106

Piovanello comune

107

Chiurlo piccolo

108

Albanella minore

109

Sgarza ciuffeo

110

Mignattino comune

111

Storno

112

Topino

113

Rondone comune

114

Rondone maggiore

115

Rondine rossiccia

116

Airone rosso

117

Cavaliere d’Italia

118

Moriglione

119

Cannaiola comune

120

Canapino maggiore

121

Porciglione

122

Codone

123

Pendolino

124

Mignattino piombato

125

Piro piro culbianco

126

Gabbiano corso

127

Fratino

128

Albastrello

129

Nitticora

130

Assiolo

131

Occhione

132

Allocco

 

what to bring along to buy a 7
chanel flat Stunning Design With Incredibly High Quality

a Panama hat
woolrich jassenResidence Inn Las Vegas South